Favorirono evasione da carcere Padova, arresti nel Salento

polizia_lampeggiantiLecce, 1 ottobre 2013 –   Agenti della Squadra Mobile di Lecce hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di due persone accusate, in concorso con un terzo complice denunciato in stato di liberta’, di aver procurato l’evasione dal carcere di Padova di un detenuto moldavo, Serghei Vitali, 29 anni, detto ‘Barabba’, avvenuta il 21 gennaio di quest’anno. Il provvedimento, emesso dal gip del Tribunale di Lecce su richiesta della locale Procura, e’ stato eseguito nei confronti di Antonio Vitale, di 31 anni, di Lecce, gia’ detenuto per altri motivi nel carcere di Lecce, e di Ivan Spedicati, 23 anni, di San Pietro Vernotico (Brindisi), che e’ stato arrestato a Surbo (Lecce). Denunciato in stato di liberta’ invece Ivan Nicola Vitale, di 33 anni, che nel frattempo e’ detenuto per altra causa. Vitali stava scontando nel carcere di Padova una condanna definitiva a 19 anni di reclusione per omicidio e fece perdere le tracce durante un permesso premio da fruire nella citta’ veneta. Due mesi dopo, esattamente il 22 marzo, personale della Squadra Mobile di Lecce e di Brindisi rintraccio’ e arresto’ il latitante a Frigole, sul litorale leccese, dove si era rifugiato grazie proprio alla complicita’ di Antonio Vitale e di Spedicati. Al momento della cattura, l’evaso fu trovato in possesso di una pistola marca Tokarev carica con sette proiettili. (ANSA).