Gdf scopre 500 mila orecchini al nickel

SOS1307841Prato, 3 ottobre 2013 – Cinquecentomila articoli di bigiotteria dannosi alla salute sono stati sequestrati dalla Guardia di finanza di Prato che ha denunciato 24 imprenditori cinesi.

Orecchini, fermagli, braccialetti, anelli a forma di teschio, con percentuali di nickel e cadmio molto superiori alla soglia consentita sono stati sequestrati in una operazione nel centro-nord Italia: le etichette, tuttavia, avevano il marchio “Nickel Free”.

Se immessi sul mercato, avrebbero generato introiti per circa 2.500.000 di euro.