Genova: carabinieri sgominano banda ladri bancomat, 5 misure cautelari

carabinieri_bancomatGenova, 3 ottobre 2013 – Una banda internazionale di romeni dedita ai furti in serie ai bancomat e’ stata sgominata dai carabinieri della compagnia di Santa Margherita Ligure (Genova) con un operazione che ha portato all’esecuzione di quattro misure cautelari in carcere e una agli arresti domiciliari. L’indagine era partita da un furto avvenuto nel maggio scorso a Bogliasco, con l’impiego di militari della stazione di Pieve Ligure e del nucleo operativo di Santa Margherita e il supporto dei vari comandi del territorio. L’attivita’ investigativa, coordinata dalla procura di Genova, ha permesso di attribuire agli indagati almeno 35 furti commessi in Toscana (Pisa, Firenze e Prato), Marche (Pesaro/Urbino) e Veneto (provincia di Padova), oltre in provincia di Genova, dove sono stati scoperti 21 furti e la manomissione di 10 sportelli bancomat. Sono in corso, al riguardo, ulteriori accertamenti poiche’ non e’ escluso che gli indagati possano avere operato in precedenza in altre aree del territorio nazionale ed estero. Grazie ai sopralluoghi e rilievi effettuati, con la collaborazione degli stessi istituti bancari, e’ stata individuata una nuova tecnica usata dagli autori dei furti, denominata ”reversal cash trapping”. Si tratta di una metodologia che, approfittando di un gap elettronico e utilizzando uno strumento meccanico, una particolare ”forchetta cattura banconote”, consente su alcuni apparati bancomat di forzarne il sistema. (Adnkronos)