India, stuprata dai colleghi e licenziata si dà fuoco e muore dopo una settimana

SOS1307964India, 7 ottobre 2013 – Una 40enne indiana, assistente di un laboratorio di chimica dell’Università di New Delhi, che una settimana fa si era data fuoco denunciando di essere stata licenziata da chi aveva ripetutamente tentato di abusare sessualmente di lei, è morta oggi per la gravità delle ustioni sul 90% del suo corpo.

Da mesi la donna, di nome Pavitra Bhardwaj, stava conducendo una battaglia contro un preside di facoltà, presunto responsabile delle pressioni.