Saviano, annuncio choc “chiedo nuova identita’ ed emigro”

SOS1307963Napoli, 7 ottobre 2013 – ”Mi sento come un reduce che racconta una battaglia con la percezione che gli astanti non possono percepire fino in fondo cio’ che sento e provo. Non ce la faccio piu’ e ho chiesto a un ufficiale dei carabinieri di togliermi la scorta, mi hanno risposto: ‘non ci pensare nemmeno”’.

Lo ha detto nella sua testimonianza in aula Roberto Saviano, lo scrittore minacciato dalla camorra e testimone alla settima sezione penale del tribunale di Napoli nel processo contro Antonio Iovine e Francesco Bidognetti, accusati di minacce. Imputati anche i loro difensori Carmine D’Aniello e Michele Santonastaso.

“Il mio futuro e’ lontano dall’Italia dove chiedero’ una nuova identita’ e ripartiro’ da zero”. (AGI)