Ai domiciliari picchiava moglie e suocera, trasferito in carcere

SOS1307991Trapani, 8 ottobre 2013 – Agli arresti domiciliari per furto, un trentatreenne trapanese maltrattare la moglie e la suocera nella sua abitazione della frazione di Rilievo a Trapani. Le violenze sono state denunciate dalle due donne, che hanno accusato il congiunto di averle picchiate e offese anche davanti ai tre figli della coppia, tutti minorenni, pretendendo di essere servito ed esaudito in ogni sua richiesta.

L’ultima aggressione contro la suocera risale allo scorso 20 settembre quando la vittima era stata trasportata al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Antonio Abate lesioni ritenute dai medici guaribili in otto giorni. L’uomo e’ stato ora trasferito nel carcere di Trapani.