Alitalia, ok salvataggio da 500 mln

AlitaliaRoma , 12 ottobre 2013 – Il Consiglio di amministrazione di Alitalia ha approvato all’unanimità la manovra finanziaria per 500 milioni di euro, di cui 300 di aumento di capitale e 200 di nuove linee di credito. Così si pongono “solide basi per il futuro della compagnia”, si legge in una nota dell’azienda. Il piano di emergenza ha ottenuto il via libera anche dai rappresentanti di Air France.

Scaroni: torna a essere importante cliente – “Apprendiamo con soddisfazione che il Cda di Alitalia ha approvato un piano finanziario che permetterà la continuità aziendale. Alitalia torna a essere per noi un importante cliente”, ha dichiarato l’a.d. dell’Eni, Paolo Scaroni.

Da Poste 75 mln per inoptato – Nell’ambito della manovra è previsto che Poste Italiane garantisca la sottoscrizione di complessivi 75 milioni dell’aumento di capitale rimasti eventualmente inoptati e Intesa Sanpaolo e Unicredit garantiscano la sottoscrizione di massimi 100 milioni dell’eventuale ulteriore inoptato. Lo riferisce Alitalia in una nota al termine del Cda, precisando che a fronte di tale garanzia sull’inoptato è prevista da parte di Intesa e Unicredit la concessione di un ‘bridge to equity’ di 100 milioni.

Sarmi: “Niente soldi dai correntisti” – Per l’investimento di Poste in Alitalia non può essere utilizzata alcuna risorsa proveniente né da conti correnti postali né da Buoni o libretti postali”. Lo assicura l’a.d. di Poste, Massimo Sarmi. “Le risorse finanziarie – spiega il manager – saranno reperite esclusivamente dalla liquidità disponibile”. L’investimento nella compagnia aerea potrebbe arrivare fino a 75 milioni di euro.

Air France: da noi sì ad aumento capitale – I rappresentanti di Air France-Klm nel consiglio di amministrazione di Alitalia “hanno approvato il piano d’urgenza” per permettere ad Alitalia di continuare ad operare”. Lo conferma una nota della società franco-olandese. (Tgcom24)