Tenta suicidio e confessa omicidio

PATTUGLIA CARABINIERI CATANIANel Torinese. “Ho ucciso mia sorella disabile”. Indagano Cc.

Torino. 13 ottobre 2013 – Salvata da un tentativo di suicidio, una donna di 67 anni ha confessato ai medici di avere ucciso la sorella disabile “perché soffriva troppo”. Adesso indagano i carabinieri. L’omicidio sarebbe stato commesso mercoledì a Rosta (Torino).

I medici avevano stabilito che il decesso era dovuto a cause naturali, ma la donna ha raccontato di avere soffocato la sorella, di dieci anni più anziana, con un cuscino. Poi il tentativo di suicidio con i barbiturici.