Acido dal balcone contro bimbo rom

SOS1308207Napoli, 15 ottobre 2013 – Una donna rom e un bimbo a Napoli sono stati investiti da una pioggia d’acido gettato giu’ da un balcone di un palazzo in via Andrea Doria. Il 118 e’ intervenuto e ha ricoverato all’ospedale Santobono il bimbo, la cui maglietta, subito tolta dalla donna che poi si e’ allontanata, e’ completamente bruciata dall’acido. Secondo quanto si e’ appreso, dalla verticale del civico 22 alcuni testimoni dicono che spesso ci fosse un lancio di oggetti e liquidi contro persone che passavano in strada. Il fatto e’ accaduto intorno alle 10:20.

Indaga la polizia. Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto fatta dalla polizia, la donna, che contrariamente a quanto si era appreso in precedenza e’ la madre del piccolo ed e’ con lui in ospedale, era in strada insieme al suo bimbo di un anno e mezzo; quando e’ passata all’altezza del civico 22 di via Andrea Doria, qualcuno, probabilmente dall’alto come indicano le ferite, ha gettato acqua e acido accidentalmente o volontariamente nella loro direzione. La donna ha protetto il suo bambino, strappandogli anche la felpa che indossava, che mostra vistosi segni di bruciatura ed e’ ora nelle mani degli agenti intervenuti. Poi e’ corsa in una vicina farmacia, dove il personale ha chiamato il 118 che li ha trasferiti all’ospedale pediatrico.

Il piccolo ha ustioni di grado lieve e poco estese al cranio, al volto e agli arti superiori, e qualche schizzo d’acido ha pure colpito la madre, che rifiuta di farsi curare prima di essere sicura che il bambino sta bene. Disposto il ricovero del bimbo per motivi precauzionali. Gli investigatori stanno cercando di risalire a chi ha gettato l’acido e di stabilire se lo ha fatto intenzionalmente.