“Paga o facciamo la festa a tuo figlio”, fermati estorsori

polizia14Foggia, 17 ottobre 2013 – È stato l’agricoltore a denunciare i nuovi tentativi di estorsione per cui, due anni fa, era stato costretto a vendere sette ettari della sua azienda agricola. Antonello Piserchia, 38 anni, e Umberto Albanese, di 57, sono stati arrestati dalla squadra mobile di Foggia con l’accusa di tentata estorsione. La vittima, un agricoltore di 54 anni di Foggia, sarebbe stato contatto Albanese con la richiesta di 30mila euro. Lo avrebbe minacciato di far male alla famiglia dell’agricoltore se non avesse pagato. Già due anni fa l’uomo era stato vittima di un episodio simile: aveva consegnato a Piserchia, mediatore nella trattativa, 25mila euro. In quell’occasione l’agricoltore era stato costretto, all’insaputa dei familiari, a vendere sette ettari della sua azienda agricola. Dopo la denuncia, i due sono stati bloccati dagli investigatori grazie all’intercettazione di una telefonata estorsiva all’agricoltore.