Incinta con tumore al cervello, rifiuta cure per non danneggiare feto. Forse speranza di cura

SOS1308309Bari, 18 ottobre 2013 – Viaggio della speranza a Bari per Angela Bianco, 26 anni, incinta e ammalata di un tumore al cervello. Quando ha scoperto di essere malata, Angela ha rinunciato alle terapie perché potevano danneggiare il feto.

La speranza arriva dal “cyber knife”, unico trattamento sanitario che non danneggia il feto perché orienta il fascio di radiazioni, riducendo in maniera significativa l’irradiazione dei tessuti sani.

L’utilizzo del macchinario, però deve essere autorizzato dalla Regione Puglia perché si trova in una clinica privata di Bari, la “Mater Dei”, non autorizzata all’utilizzo della radioterapia. La Regione sta esaminando il caso.