“Mi suicido”, chiama i Carabinieri poi si spara: è vivo

carabinieri7Bologna, 18 ottobre 2013 – Ha telefonato ai carabinieri dicendo che voleva suicidarsi. E mentre i militari correvano lungo l’argine del canale Zena, nei pressi di via Imperiale a Sant’Agata Bolognese, dove l’uomo aveva detto di trovarsi, si è sparato al petto. I carabinieri, il maresciallo e altri due militari arrivati sul posto con i sanitari del 118, lo hanno trovato disteso a terra con la pistola calibro 7.65 ancora in mano e tre ferite da arma da fuoco sul corpo. L’uomo, 63 anni, era in gravi condizioni ma ancora vivo: è stato portato in elicottero presso il Maggiore di Bologna dove si trova ricoverato in prognosi riservata. L’arma, una Beretta con regolare licenza, è stata sequestrata.