In beneficenza ai poveri di Palermo gli agnelli sequestrati alla Mafia

SOS1308344Palermo, 19 ottobre 2013 – Su disposizione del Tribunale e della Procura di Palermo degli agnelli privi del certificato identificativo e destinati alla macellazione abusiva ed al consumo umano sono stati donati alla missione Speranza e carità di Biagio Conte. Il 25 luglio i carabinieri del Nucleo Investigativo, nell’ambito dell’operazione “Alexander” avevano dato esecuzione a 26 fermi nei confronti di capi e gregari dei mandamenti di Porta Nuova e di Brancaccio procedendo al sequestro di diversi beni mobili e immobili, e fra questi una grossa azienda di macellazione.

La Ovinsicula, il cui valore complessivo supera i 40 milioni di euro, leader nella macellazione e vendita di carne all’ingrosso, è riconducibile ad Antonino Ciresi, reggente della famiglia mafiosa di Borgo Vecchio, arrestato ad aprile perché responsabile dell’estorsione allo chef Natale Giunta. Con il sequestro si è assicurata la continuità aziendale della società e l’amministrazione giudiziaria ha scongiurato il licenziamento dei 55 dipendenti della sede di Mezzojuso.