Grecia, migliaia di segnalazioni per la bambina trovata nel campo rom

SOS1308381Roma, 21 ottobre 2013 – Sono già migliaia le segnalazioni riguardanti la piccola Maria, la bimba bionda e con occhi azzurri trovata in un campo rom nei pressi di Larissa, in Grecia. Continuano infatti ad arrivare migliaia di telefonate da tutto il mondo che riguardano bambini scomparsi di età vicina a quella di Maria, mentre secondo la stampa l’Interpol ha riaperto i casi di otto bambine sparite in diverse parti del mondo. 

Proseguono le ricerche per rintracciare i genitori biologici – Vanno avanti le indagini per trovare i genitori della piccola Maria (così è stata chiamata dalle autorità). Gli interrogativi ai quali la polizia, in collaborazione con l’Interpol e gli organismi internazionali che si occupano della sparizione di bambini, cercano di dare risposta sono ancora molti. Per adesso la bimba è stata affidata alle cure dell’Organizzazione per l’assistenza all’infanzia “Hamogelo tou Paidiou” (Il sorriso del bambino).

Interrogati i coniugi rom che si professavano genitori della piccola – Intanto oggi i due coniugi rom di 39 e 40 anni che avevano con sè la piccola compariranno davanti al giudice per essere interrogati: devono rispondere dell’accusa di sequestro di minore e uso di documenti falsi. L’esame del dna aveva precedentemente sentenziato che i due non hanno alcun legame di parentela con la bambina. Su ordine della magistratura, saranno date ai media le loro foto per renderle pubbliche e dare la possibilità a chi li conosce o li ha incontrati di fornire elementi utili alle ricerche. (tgcom24.it)