Si confida con un maresciallo, prostituta 16enne fa arrestare la sua sfruttatrice

carabinieri donnaTorino, 22 ottobre 2013 – Era riuscita a convincerla che trasferendosi in Italia per fare la prostituta avrebbe guadagnato una montagna di soldi e sarebbe vissuta nel lusso. Ma la ragazza, una 16enne romena, arrivata nel torinese da qualche settimana, ha trovato solo una vita di sfruttamento in cui deve dare la metà dei suoi guadagni alla sua protettrice. La giovane ha confidato tutto a un maresciallo donna della stazione dei carabinieri di Volpiano, in provincia di Torino, che l’aveva fermata per un controllo. I carabinieri hanno sottoposto a fermo per sfruttamento della prostituzione minorile la sua sfruttatrice, una romena di 31 anni. Ora proseguono le indagini per accertare se la donna gestisca l’attività di altre giovani connazionali.