Caramelle e vino, in Emilia Romagna consiglieri si fanno rimborsare anche bagni pubblici

guardia finanza3Bologna, 23 ottobre 2013 – Tra le voci di spesa dei diversi gruppi consiliari dell’Emilia Romagna, ci sono, tra l’altro, anche scontrini per l’utilizzo di bagni pubblici, del valore di circa 50 centesimi. Gli inquirenti, nell’ambito dell’inchiesta per peculato che vede indagati tutti e nove i capigruppo del consiglio regionale, hanno trovato come acquisti rendicontati anche un asciugacapelli, un divano-letto, vino, salumi, diverse penne e pacchetti di caramelle.

Tra le voci all’attenzione degli inquirenti, che lavorano con la supervisione del procuratore Roberto Alfonso e Valter Giovannini, ci sono anche un asciugacapelli, un divano-letto, alcune bottiglie di vino da oltre 100 euro, salumi, frutta e verdura, diverse penne, tra cui una da 500 euro e pacchetti di caramelle. (TgCom24)