Salvatore Borsellino, raccapriccio su Antimafia

salvatore_borsellinoAosta, 24 ottobre 2013 – ”Ho assistito con raccapriccio, se non con nausea, a tutto quello che è successo, a tutta questa commissione Antimafia in cui sono stati inseriti dei personaggi che di mafia ne sanno parlare ma solo perché sono stati in qualche maniera più o meno contigui”. Lo ha detto Salvatore Borsellino, fratello del magistrato Paolo ucciso in Via D’Amelio, aggiungendo: ”Provo rispetto per la neo-presidente Rosy Bindi, ma si sarebbe potuto trovare un personaggio che più di lei conosce la mafia”. (ANSA)