L’ultimo saluto a Raffaele Pennacchio, medico eroe che combatteva contro la Sla

funerale raffaele pennacchioCaserta, 25 ottobre 2013 – Tante lacrime e tanto dolore alla chiesa della Madonna delle Grazie dove si sono tenuti i funerali di Raffaele Pennacchio, il dottore malato di Sla morto a Roma mentre cercava di rivendicare per se stesso e per gli altri ammalati il diritto all’assistenza, a una vita migliore. Gli amici e i parenti si sono così stretti attorno alla moglie Michela e ai figli Alessandro e Sara e il papà 80enne del medico morto. Tutti al polso un nastrino rosso, simbolo dell’impegno contro la Sla di Raffaele e di tutti quelli che lo conoscevano. «Era un santo – ha detto nell’omelia don Girolamo Capuano – io un abusivo della parrocchia». (Corriere.it)