Medicina: epatite C; nuovo innovativo farmaco, ok esperti Usa

pills for cureWashington, 25 ottobre 2013 – Buone notizie per i malati o portatori del virus dell’epatite C: la Food and drug administration (Fda) americana e’ prossima all’approvazione del primo farmaco orale per l’epatite C dei genotipi 2 e 3. Il prodotto funziona piu’ rapidamente e con effetti collaterali meno pesanti delle terapie a base di interferone e ribavirin al momento esistenti per la patologia. Secondo il comitato di esperti dell’Agenzia per il controllo sui medicinali negli Usa, il nuovo prodotto a base di ‘sofosvubir’ della Gilead Sciences, “cambiera’ le regole del gioco nel trattamento dell’epatite ed e’ una novita’ storica”, Il comitato ha votato per l’autorizzazione all’uso di ‘sofosvubir’ per i malati con le variazioni di epatite 2 e 3, in combinazione con il farmaco gia’ esistente ‘ribavirin’. Quanto ai malati di epatite C portatori dei genotipi 1 e 4, gli esperti della Fda si sono espressi a favore dell’uso dell’utilizzo di ‘sofusvubir’ solo in combinazione con interferone o rivabirin, e solo per i pazienti che non hanno ricevuto alcun trattamento farmacologico in precedenza. La Fda ha raccomandato alla Gilead Sciences di mettere a disposizione di altre aziende farmaceutiche il nuovo prodotto, in modo che ne sia studiata l’efficacia anche con altri medicinali anti-epatite in lavorazione. (ANSA).