Rapinato mentre avvicina prostituta, un passante vede tutto e chiama il 112

carabinieri18Pescara, 25 ottobre 2013 – Si avvicina a una prostituta per chiedere una prestazione, lei urla fingendo di essere stata importunata, spunta un uomo che aggredisce il cliente, gli punta un coltello alla gola e gli dà un pugno dopo essersi fatto consegnare 20 euro. I due fuggono poi in bicicletta. Un automobilista, sul lungomare fra Pescara e Montesilvano, vede tutto e chiama il 113. Arrestati per rapina aggravata dalla Squadra Volante i due, mentre l’aspirante cliente è stato medicato per ferite al volto e al costato. (ANSA)