La vedova dell’imprenditore suicida: “Lo Stato si vergogni”

tiziana marroneNapoli, 26 ottobre 2013 – ”Lo Stato dovrebbe vergognarsi. Con una pensione di poco più di 400 euro ho dovuto lasciare Bologna e a 50 anni tornare da mia madre. Gli imprenditori che pensano di togliersi la vita mi guardino, sono disperata, non fatelo”. Tiziana Marrone, moglie di Giuseppe Campaniello, datosi fuoco il 28 marzo 2012 davanti all’Agenzia delle entrate di Bologna, commuove la platea che applaude intervenendo alla prima del documentario ‘Solving’ sui suicidi degli imprenditori strozzati dalla crisi. (ANSA)