Rimase ferito nell’esplosione di una fabbrica, morto Vigile del fuoco

dolore-luttoPescara, 26 ottobre 2013 – E’ morto all’ospedale Gemelli di Roma Maurizio Berardinucci, il vigile del fuoco 47enne del comando di Pescara rimasto gravemente ferito, il 25 luglio, nell’esplosione di una fabbrica di fuochi pirotecnici a Città S.Angelo (Pescara) che provocò la morte del titolare e di tre parenti. Nonostante gli interventi cui è stato sottoposto prima nell’ospedale di Pescara poi al Gemelli, le sue condizioni cliniche sono sempre rimaste gravi. Berardinucci partecipò ai soccorsi durante il sisma del 2009.

Nato a Pescara il 15 agosto 1966, Berardinucci aveva indossato per la prima volta la divisa di vigile del fuoco come ausiliario nel 1985, continuando poi l’attività come volontario del comando di Pescara. Dal luglio del 2007 era transitato nel ruolo permanente dei vigili del fuoco, partecipando anche ai soccorsi alla popolazione abruzzese colpita dal sisma del 2009. Maurizio Berardinucci, lascia la moglie e tre figli.