Un parco dedicato alla memoria di Melissa, uccisa da una bomba nel 2012

Melissa-BassiSalerno, 26 ottobre 2013 – “I fiori, gli alberi, il vento faranno compagnia al tuo desiderio di libertà”. Sono le parole incise all’entrata del parco urbano intitolato in giornata a Baronissi, in provincia di Salerno, in memoria di Melissa Bassi, la 16enne di Mesagne rimasta uccisa in un attentato il 19 maggio del 2012 dinanzi all’Istituto “Morvillo-Falcone” di Brindisi. Una targa e’ stata scoperta dal sindaco del comune campano, Giovanni Moscatiello, nel corso della cerimonia d’inaugurazione del parco di un ettaro dedicato alla giovane studentessa. L’area verde sorge alle spalle della Casa dello studente, sede delle residenze di studenti universitari, e a pochi metri da una scuola di primo grado. Un lungo applauso di cittadini e studenti ha accolto l’arrivo a Baronissi di Massimo e Rita Bassi, genitori di Melissa, accompagnati dal sindaco di Mesagne, Franco Scoditti. Commozione e applausi hanno accompagnato anche l’inaugurazione del parco verde a cui hanno partecipato 500 abitanti di Baronissi. (AGI)