Pedofilia: ordino’ a 16enne di abusare fratellino, arrestato

polpostaleLecce, 28 ottobre 2013 – Un quarantenne di Bitonto (Bari) e’ stato arrestato dalla Polizia postale – nel quadro di una delicata inchiesta sulla pedofilia coordinata dalla Procura di Milano – con l’accusa di aver adescato in internet un ragazzo di 16 anni lecchese, plagiandolo e inducendolo ad abusare del fratellino di 10 anni. Il sedicenne sarebbe stato indotto a farlo sotto la minaccia di divulgare in internet altri suoi video e foto a luce rossa. All’arrestato, che online si era spacciato per una bella ragazza, vengono ora contestati reati inerenti alla pedopornografia: atti sessuali, detenzione e diffusione del materiale, con l’aggravante dalla minore eta’ delle vittime. A consigliare al sedicenne di denunciare tutto alla polizia e’ stata un’amica con la quale si era confidato in preda al panico. Cosi’ l’inchiesta e’ stata avviata lo scorso gennaio. Stando all’accusa, il quarantenne barese si era spacciato per una ragazza e aveva cosi’ ottenuto di scambiare foto ose’ con il sedicenne, fino poi a minacciarlo di diffondere tutto via internet se non si fosse spinto oltre, arrivando cosi’ a ordinargli di abusare del fratellino davanti a una webcam. Il sedicenne e’ stato per ora denunciato alla Procura dei minori. Lui e il fratellino adesso sono in cura da psicologi.(ANSA).