Scappa con la figlia, arrestata. Ma la bambina non si trova

polizia30Milano, 29 ottobre 2013 – Scomparsa dal 29 marzo del 2012, quando aveva rapito la figlioletta di 8 anni da una comunità protetta di Garbagnate Milanese a cui la piccola era stata affidata dopo la separazione con il marito, Olga Kroutaleva, 41 anni, bielorussa di Arese, è stata arrestata a Monza dalla polizia. L’accusa è sottrazione di minore. Ma scatta l’allarme: nessuna traccia infatti della bambina.

La donna, riporta Il Giorno, era inseguita da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per sottrazione di minore. Quando al Commissariato di Polizia, attraverso l’esame di routine dei nomi registrati negli alberghi, è arrivata notizia che la donna alloggiava in città, sono scattate immediatamente le operazioni per la sua cattura.

“Voglio dire alla mamma di Rebecca che non deve avere timori. Deve tornare a casa. Io farò il possibile per aiutarla. Non so dove si trovano, non ho mai ricevuto né un messaggio, né una telefonata. Ma spero che al di là delle sue paure Olga faccia vivere il più serenamente possibile la bambina”. Così ad aprile Lorenzo Dondi, 44 anni, di Milano, papà di Rebecca, si era appellato alla donna bielorussa, pregando di dar notizie della piccola o di riportarla nella struttura protetta dalla quale era stata sottratta. Ora l’arresto della donna, ma di Rebecca nulla si sa. Decsivo sarà l’interrogatorio cui Olga sarà a breve sottoposta. (TgCom24)