Suicidio 21enne gay: in tanti ai funerali di Simone

Suicida a 21 anni a RomaRoma, 31 ottobre 2013 – ”Chi è bersaglio della società ha bisogno di avere fiducia in sé stesso e saper chiedere aiuto”. Lo ha detto il padre di Simone D., suicida a Roma perché gay, leggendo una lettera durante i funerali svoltisi nel quartiere Alessandrino. Il papà di Simone ha introdotto la lettera con la fiaba del brutto anatroccolo, quella preferita da Simone, ‘perseguitato e insultato da tutti e che per questo decide di andare via. L’anatroccolo si sente inferiore, sconfitto’, ma ‘conserva la sua identità’. (ANSA)

 

 

 

 

Leggi anche:

Gay 21enne si suicida lanciandosi nel vuoto: “L’Italia è un Paese omofobo”

21enne gay suicida, i genitori: “Non sapevamo nulla del suo tormento”

Suicidio a Roma, indaga la Procura

Suicidio 21enne gay: aveva scritto di vessazioni. Si indaga su istigazione