Aggressione al pronto soccorso, infermiere preso a pugni da familiare ”ansioso”

pronto-soccorsoSalerno, 1 novembre 2013 – Un operatore sanitario, Mario S., è stato il bersaglio di uno pugno in pieno volto ad opera di un familiare di un ricoverato letteralmente fuori dai gangheri per una ”ansia mal contenuta”. E’ successo la settimana scorsa al pronto soccorso dell’ospedale ”Umberto I” di Nocera, provincia di Salerno. Il malcapitato ha fatto ricorso alle cure dei colleghi andando, di fatto, ad allungare la lunga lista di aggressioni registrate all’interno del plesso ospedaliero. Proprio per questo, a breve, dovrebbero arrivare i vigilantes che affiancheranno le guardie particolari giurate. (Corriere del Mezzogiorno.it)