Senza stipendio minaccia il suicidio: salvato dai carabinieri

carabinieri-gazzellaMassa, 1 novembre 2013 – Un operaio è rimasto in bilico su un ponteggio per un’ora minacciando il suicido perché la sua ditta non lo pagava da un mese e mezzo. A convincerlo a scendere sono stati i carabinieri di Massa. L’uomo, 40 anni, trasferitosi a Massa da Napoli dopo che la ditta per cui lavora si era aggiudicata in subappalto alcune ristrutturazioni edili, pare non ricevesse lo stipendio da un mese e mezzo e non aveva potuto spedire il bonifico alla sua famiglia; in gravi difficoltà economiche e per sensibilizzare i datori di lavoro alla sua condizione, per oltre un’ora ha minacciato il suicidio da un ponteggio a Marina di Massa. Sono stati i carabinieri a convincerlo a scendere e a parlare anche con la ditta incaricata dei lavori, interpellando il titolare che pare si sia impegnato a liquidare l’operaio quanto prima con l’arretrato che gli deve.