Donna si inventa aggressione; denunciata

polizia19Busto Arsizio (Va), 2 novembre 2013 – Accusa un conoscente con l’accusa di averla picchiata e rapinata. Le indagini pero’ hanno svelato tutt’altra verita’. Si era inventata tutto, forse per dissidi legati al mondo della droga. La vicenda risale all’aprile scorso quando una 39enne di Busto Arsizio era andata a raccontare ai poliziotti con dovizia di dettagli di essere stata vittima di un’aggressione durante la quale le erano stati portati via due telefonini e 700 euro mentre si trovava a Legnano dove si era incontrata con un conoscente. Si e’ invece scoperto che i due telefonini erano stati regolarmente comprati dall’uomo e che il denaro gli era stato spontaneamente consegnato, forse per finanziare l’acquisto di un quantitativo di cocaina da poi spacciare. Inoltre l’uomo ha dimostrato che al momento indicato come quello dell’aggressione, si trovava a Busto Arsizio. La donna e’ stata denunciata per calunnia e simulazione di reato. Attualmente, tuttavia e’ in carcere essendo stata arrestata alcuni giorni fa dai poliziotti del Commissariato di Legnano dopo che ne aveva speronato le Volanti alla guida di una vettura rubata.