Mamma scomparsa in Valtellina: dopo 7 giorni nessuna traccia

francescaSondrio, 3 novembre 2013 – Ancora nessuna traccia, dopo quasi una settimana di ricerche, di Francesca Tarca, 33 anni, mamma di una bimba di tre anni, scomparsa lunedi’ scorso da Mello, in Valtellina. Anche oggi familiari e amici hanno organizzato perlustrazioni nella zona attorno a Gravedona, dove mercoledi’ era stata ritrovata la sua auto. “E’ arrivato anche il marito, Alessandro Secchi – ha raccontato Fiorenzo Bongiasca, sindaco di Gravedona – con diversi parenti e amici della giovane. Sono state fatte diverse battute, anche lungo la riva del corso d’acqua che si immette nel Lario. Il maltempo, con la pioggia dei giorni scorsi, ha ostacolato l’eventuale ritrovamento di tracce utili”. Francesca Tarca lunedi’ mattina ha lasciato la figlia di 3 anni alla nonna dicendo che doveva incontrasi con un’amica a Lecco. In realta’ non aveva alcun appuntamento e a quanto pare a Lecco non sarebbe mai arrivata. La sua Fiat Punto nera e’ stata ritrovata mercoledi’ vicino alla piscina comunale di Gravedona ad una trentina di chilometri di distanza. Le ricerche, organizzate dalle forze dell’ordine, in particolare con la presenza di sub dei vigili del fuoco e della Guardia di Finanza impegnati a scandagliare le acque del lago di Como, si sono concentrate nella zona. “Nelle ricerche – aggiunge Bongiasca – sono stati impiegati anche i cani molecolari addestrati del Soccorso Alpino e della Cri, ma non e’ emerso nulla. Se Francesca si fosse buttata nel lago, come taluni sospettano, potrebbe anche non essere piu’ ripescata, in quanto nei giorni scorsi le correnti erano forti proprio per il maltempo. Ricordo che due anni fa un imprenditore di Como si e’ ribaltato col suo motoscafo per un improvviso e violento temporale e il suo corpo non e’ piu’ stato ritrovato”. Oggi le ricerche ufficiali hanno avuto una pausa, ma non quelle spontanee di compaesani e amici di Francesca. Hanno raggiunto Gravedona, e hanno ricominciato a perlustrare i boschi del paese e le rive del torrente Liro. “La speranza – conclude il sindaco del paese turistico lariano – e’ che la giovane mamma non si sia suicidata bensi’ sia salita su un’auto in attesa al piazzale della Piscina di Gravedona, dove ha abbandonato la sua Fiat Punto nera”. Nel frattempo al vaglio dei carabinieri di Chiavenna (Sondrio), ci sono le segnalazioni di chi racconta di aver visto la donna proprio il giorno in cui e’ stata ritrovata la vettura a Gravedona.(ANSA).