New York, al via maratona blindata

maratona new york1New York, 3 novembre 2013 – Misure di sicurezza rafforzate per la maratona di New York dopo la sparatoria all’aeroporto di Los Angeles e, soprattutto, dopo l’attacco a Boston del 15 aprile nel quale persero la vita tre persone e ne furono ferite 264. Il New York Police Department userà cani anti-bomba, elicotteri e sommozzatori durante l’evento sportivo. Sono circa 6mila le telecamere piazzate in città per aiutare gli agenti a monitorare tutto.

A sei mesi dall’attacco a Boston e con l’incubo terrorismo dopo la sparatoria all’aeroporto di Los Angeles, New York si prepara a un evento blindato con circa 50.000 corridori ai nastri di partenza sul ponte di Verrazzano. Cancellata lo scorso anno in seguito all’uragano Sandy, la maratona torna a calcare così le strade della Grande Mela, e lo fa sotto stretta sorveglianza. Nessuna minaccia al momento è stata identificata ma “non ci sono garanzie nel nostro mondo post 11 settembre. Cercheremo di fare tutto il possibile per proteggere i maratoneti e gli spettatori” afferma il capo della polizia, Raymond Kelly, che ai corridori assicura: “Questa è la gara più protetta alla quale potete partecipare”. (TgCom24)