Cuccioli chiusi in vasche di plastica: nei guai l’allevatrice di Dudù

dudù pascalePavia, 5 novembre 2013 – Processo per abbandono di animali: ha iniziato a sostenerlo, in qualità di imputata, Maria Adele Gibilino, 42enne titolare di un allevamento di cani di Marzano, in provincia di Pavia. Un nome recentemente già emerso nelle cronache perché la donna è la proprietaria di Trilly, la barboncina mamma di Dudù, l’ormai celebre cagnetto di Silvio Berlusconi e Francesca Pascale. La donna, secondo l’accusa, teneva gli animali al buio, a coppie di due o quattro cuccioli dentro vasche di plastica, con riscaldamento non adeguato alla taglia dei quattrozampe.

Le contestazioni sono state sollevate dopo il rapporto di alcuni veterinari, sentiti come testimoni in aula. Per quanto riguarda la Gibilino, si è limitata a ribadire che “non c’è mai stato nessun cane maltrattato nel mio allevamento”. Solo pochi giorni fa, dalle pagine del settimanale “Chi”, la donna aveva lanciato una sorta di proposta a Francesca Pascale per ricongiungere almeno per qualche ora la sua Trilly e Dudù, nato in casa sua e non nell’allevamento al centro del caso. (TgCom24)