Maro’: De Mistura, mi aspetto rapida chiusura indagini

demisturaNew Delhi, 16 Novembre 2013 – I tempi di chiusura delle indagini della polizia indiana Nia sulla vicenda dei maro’ “non dovrebbero essere lunghi”, anche se “la stessa Nia ha un bel problema da risolvere dovendo rendere compatibili i proiettili rinvenuti con i fucili dei due militari”. Lo dichiara all’ANSA l’inviato del governo, Staffan de Mistura, in partenza per una nuova missione in India. “La nebulosita’ di cui ho parlato in Senato – aggiunge – non riguarda i calibri di questi proiettili, ma l’appartenenza ai fucili che li hanno sparati”.De Mistura, che parte stasera per la sua settima missione in India che durera’ vari giorni, ha sottolineato che “non siamo noi ma la perizia scientifica indiana ad avere indicato le matricole dei fucili che avrebbero sparato i proiettili rinvenuti nei cadaveri dei due pescatori”. “Non vorrei – ha proseguito – che la Nia scegliesse di formulare comunque capi di accusa durissimi nei confronti dei due maro’, magari presupponendo una utilizzazione da parte loro di armi assegnate invece ad altri fucilieri di Marina” che erano sulla Enrica Lexie. Per questo, ha aggiunto, “questo viaggio servira’ a esaminare lo scenario possibile al momento della formalizzazione dell’accusa, ad aggiustare il tiro della difesa anche per un eventuale contrattacco, ed a preparare piu’ in generale la nostra strategia processuale”. Da parte sua la Nia ha fatto sapere di essere gia’ impegnata a “consultare esperti giuridici per la formulazione dei capi di accusa” in un rapporto che a suo avviso sara’ “a tenuta stagna”. Consultato dall’ANSA, il responsabile dell’inchiesta indiana, vice-ispettore P.V. Vikraman, ha risposto con un “no comment” ad una domanda sui tempi prevedibili per la chiusura dell’inchiesta. (ANSA).