19enne arrestato su mandato europeo alla frontiera Ventimiglia

polizia frontiera1Ventimiglia, 18 novembre 2013 – La polizia di frontiera di Ventimiglia (Imperia), ha arrestato al suo ingresso in Italia, alla barriera autostradale dell’A10, un tecnico informatico ungherese di 19 anni, Kristof Vekony, accusato del furto di orologi per 180mila euro e di un’auto, reato commesso, il 20 agosto del 2012, in Ungheria. Il giovane era colpito da un mandato di arresto europeo, convalidato oggi dalla competente Corte di Appello, di Genova, che ne ha disposto la misura cautelare in carcere. Il ragazzo, che ha dichiarato di lavorare in Francia, ha poi riferito di essere diretto da alcuni parenti, a Milano. I poliziotti lo hanno fermato, durante un normale controllo sui passeggeri. (AGI)