Collezionisti pesaresi donano 180 pezzi rari a musei civici

musei civici pesaroPesaro, 19 novembre 2013 – I musei civici di Pesaro si arricchiscono di una donazione di 180 pezzi rari, raccolti dai coniugi pesaresi Adalberto Vinciguerra e Anna Maria Miele, appassionati collezionisti. La donazione comprende una ricca collezione di vetri rari, molti degli anni ’20/’30, corredati dalla relativa bibliografia, quadri d’autore, mobilio, che verranno dapprima esposti al piano nobile di Palazzo Mosca, nella mostra che si aprira’ il 21 dicembre prossimo, per poi essere trasferiti in tre sale del primo piano per la sistemazione museale definitiva. Il posto d’onore spetta ad un prezioso vaso di porcellana di Gio’ Ponti, ‘La passeggiata archeologica’, ambito da molti musei di tutto il mondo: si tratta di un’urna bianca con decorazioni in oro, porpora e grigio realizzata per la Richard Ginori nel 1925, di cui esistono pochi pezzi e disegni. Fu donata nel 1938 dai suoi ufficiali a Giuseppe, padre di Adalberto Vinciguerra, maggiore pilota e comandante dell’aeroporto di Pisa. Tra le altre opere degne di nota, due rarissimi vetri di Vittorio Zecchin, eseguiti tra il 1921-22, quando Venini e Cappellin fondarono la loro fornace; esposti alla Biennale di Venezia e a Monza, segnarono una svolta nel design. Rari, anche per il colore oggi difficilmente riproducibile, i vasi di Napoleone Martinuzzi, che fu scultore per il Vittoriale di D’Annunzio, e il piatto di Carlo Scarpa, dalle tonalita’ uniche. (AGI)