30enne la più giovane delle ‘schiave’ liberate a Londra, mai avuti contatti esterni

polizia londraLondra, 21 novembre 2013 – La più giovane (30 anni) delle donne tenute segregate come ‘schiave’ a Londra “non aveva contatti con il mondo esterno”. E’ quanto trapela dalle prime informazioni sul caso delle tre donne liberate da una casa che si troverebbe a Lambeth, nel sud di Londra. Avrebbero subito danni fisici e psicologici, ma “non sappiamo di abusi sessuali”, si apprende dall’organizzazione benefica ‘Freedom Charity’ cui una delle donne si è rivolta facendo scattare le indagini. (ANSA)

Leggi anche:
Londra, polizia libera 3 donne: una è rimasta segregata per 30 anni