La chiudono in casa, 13enne si cala e precipita da balcone

vigili fuoco ambulanza poliziaRoma, 25 novembre 2013 – Avevano chiuso la porta dell’appartamento a chiave i genitori della ragazzina di 13 anni che ha tentato di ‘evadere’ da casa calandosi con delle lenzuola dal balcone del bagno in via Danilo Stiepovich a Ostia. La ragazzina e’ da poco entrata in camera operatoria all’ospedale San Camillo di Roma per essere sottoposta a un intervento chirurgico. Ha riportato alcune fratture al bacino e altri parti del corpo ma non e’ in pericolo di vita. I genitori della tredicenne si trovano ora negli uffici del commissariato di Ostia e la loro posizione sara’ poi valutata dal magistrato. Secondo quanto accertato la tredicenne stava vivendo un periodo di conflittualita’ con scarsi risultati a scuola e aveva iniziato a frequentare amicizie di persone piu’ grandi. Questa mattina i genitori hanno preferito chiudere la porta dell’abitazione visto che la tredicenne non voleva andare a scuola. In casa si trovava anche la sorella piu’ piccola, dodicenne, e i vigili del fuoco hanno dovuto forzare la porta d’ingresso per entrare nell’appartamento. La ragazzina ha tentato di calarsi dal secondo piano utilizzando delle lenzuola che aveva fissato all’interno del bagno. La presa e’ pero’ sfuggita ed e’ precipitata nel cortiletto dello stabile. (AGI)

Leggi anche:
Adolescente precipita dal 3° piano, è grave