Presa in giro dai compagni di scuola, 14enne offre sesso nei bagni

baby squillo prostitute3Un caso di emulazione delle baby prostitute del Parioli. Succede a Como. L’istituto spiega che nessun rapporto sia stato effettivamente consumato.

Como, 26 novembre 2013 – Era una ragazza isolata, di appena 14 anni: presa in giro dai compagni di scuola, cercava di farsi accettare offrendo loro rapporti sessuali nei bagni dell’istituto per appena 2 euro e mezzo. La vicenda capita a Como ed è riportata dall’agenzia di stampa Ansa. I suoi potenziali “clienti” però hanno creato un gruppo facebook in cui l’hanno schernita, pubblicando anche le sue foto. Questo ha permesso ai dirigenti della scuola di notare il fattaccio: hanno confermato l’accaduto specificando però che nessun rapporto sessuale sia mai stato consumato. Almeno all’interno delle mura scolastiche. La ragazzina ha spiegato di essere stata costretta a prostituirsi dalla famiglia, ma si pensa piuttosto che cercasse di attirare l’attenzione attraverso l’emulazione di casi come quello delle baby prostitute dei Parioli. La quattordicenne resterà a casa una settimana. La scuola ha chiesto alla polizia postale di chiudere la pagina Facebook incriminata. (Il Giorno)