Detenuto morto, la madre: ”assassinio di Stato ma ‘grazie’ a Cancellieri”

carcere3Napoli, 30 novembre 2013 – La sua forza, dice, ora è la rabbia. Rabbia perchè ”mio figlio è stato assassinato dallo Stato, due volte: quando in carcere non è stato curato e quando in carcere è stato picchiato”. Chiede giustizia e accusa, Nobila Scafuro, mamma di Federico Perna, morto lo scorso 8 novembre nel carcere di Poggioreale, a Napoli. L’autopsia stabilirà cause ed eventuali colpe. ”Il ministro Cancellieri ha avviato un’indagine – dice – fino a ieri non avevo fiducia nella giustizia, oggi ce l’ho”. (ANSA)

Leggi anche:
Cancellieri: ”indagine sulla morte del detenuto Perna”