Omicidio Paola Labriola: falsificato documento valutazione rischi

paola labriolaBari, 30 novembre 2013 – Il documento di valutazione dei rischi per il Centro Salute Mentale di Bari dove il 4 settembre è stata uccisa la psichiatra Paola Labriola sarebbe stato falsificato retrodatandolo all’11 giugno 2011. “Qualunque altra data messa durante la direzione generale di Colasanto sarebbe stato un problema del dg, per non aver applicato le misure di prevenzione”, ha detto Alberto Gallo funzionario Asl Bari, nell’incidente probatorio chiesto dal pm per fissare le accuse a Colasanto, ora sospeso. (ANSA)

Leggi anche:
Omicidio psichiatra: dg Asl indagato ”falsificò documenti sicurezza”