Accoltellò e bruciò Fabiana, a processo il 16 gennaio il reo confesso

fabiana luzziIl gup dei minori ha rinviato a giudizio l’ex fidanzatino della Luzzi, ammazzata a 16 anni. Il ragazzo, reo confesso, oggi è maggiorenne. Rito immediatoUccise Fabiana,
processo il 16 gennaio

Catanzaro, 1 dicembre 2013 – Si apriranno il 16 gennaio le porte dell’aula del Tribunale dei minori di Catanzaro per il processo all’assassino di Fabiana Luzzi. L’imputato ha un nome e un cognome ed è reo confesso. Il giudice per le indagini preliminari per i Minori, Luciano Trovato, ha stabilito il processo nei confronti del giovane, all’epoca dei fatti minorenne maggiorenne solo dal mese di settembre scorso. Il ragazzo, di Corigliano fidanzato della giovane Fabiana, ha confessato che nel pomeriggio di venerdì 24 maggio dopo aver fatto salire a bordo del suo motorino all’uscita di scuola, l’ha accoltellata senza pietà infliggendole ventiquattro coltellate in diverse parti del corpo per poi darle fuoco mentre era ancora in vita. Il giovane è difeso dagli avvocati Giovanni Zagarese ed Antonio Pucci mentre la pubblica accusa è rappresentata dal pm Rita Tartaglia. L’indagine preliminare è stata definita dopo l’acquisizione dei risultati dell’autopsia sul corpo di Fabiana. Per il ragazzo si apre un processo nelle forme del giudizio immediato. Il ragazzo nella ricostruzione fatta agli inquirenti ha dichiarato di aver prima ferito con un coltello la giovane fidanzata per via dell’ennesima lite e dopo essere ritornato, d’aver “finito” la sua ex cospargendola con liquido infiammabile e dandole fuoco. (Gazzetta del Sud)

Leggi anche:
Sedicenne bruciata viva, commozione e minuto di silenzio a scuola per Fabiana