A 16 anni un pusher provetto: vendeva la droga ai compagni di scuola

carabinieri33Pavia, 17 dicembre 2013 – Il banco di scuola era diventato il tavolo per impacchettare le dosi. I compagni, i clienti. In questo modo, un 16enne di Voghera aveva organizzato la sua piazza di spaccio. Il ragazzo è stato arrestato sabato mattina dai carabinieri, che lo hanno sorpreso proprio mentre stava preparando la marijuana da vendere a scuola. Il giovane frequenta l’Ipsia di via Ricotti a Voghera. Già da tempo i suoi movimenti avevano insospettito docenti e forze dell’ordine. Spesso il ragazzo tardava l’ingresso in aula al mattino, una volta seduto a lezione mostrava un atteggiamento agitato e insofferente. Sabato i militari hanno fatto un blitz in classe, sorprendendo il minorenne proprio mentre stava preparando 17 dosi da due grammi ciascuna di marijuana, destinate a essere vendute. La perquisizione a casa del giovane ha portato alla luce altre tre dosi di erba, nascoste in cima all’armadio nella cameretta. Sembra che i genitori, entrambi con precedenti specifici per reati legati alla droga, siano estranei alla vicenda. Resta da chiarire se spacciasse solo in ambito scolastico o anche in altre occasioni, così come oscura è la provenienza della marijuana in suo possesso. Il ragazzo ora si trova nel carcere minorile Beccaria di Milano, in attesa della convalida dell’arresto.

Spaccio di marijuana anche nella “movida” garlaschese. Anche se non è più come negli anni Ottanta, quando alle Rotonde arrivavano migliaia di giovani da tutto il Nord Italia, a Garlasco continuano le nottate movimentate. Per questo i carabinieri, nella serata di sabato e fino alla nottata di ieri hanno effettuato un servizio mirato e hanno bloccato due giovani spacciatori di “fumo” e segnalato consumatori. Verso le 23, all’uscita di un bar del centro di Garlasco, i militari hanno trovato 10 grammi di marijuana, già suddivisa in 11 dosi pronte per essere vendute, in possesso di un 24enne, S.P., residente a Garlasco, incensurato, che è stato denunciato in stato di libertà. Un’ora più tardi, nel parcheggio delle Rotonde, gli stessi carabinieri hanno inseguito un 20enne che, alla vista dei militari, aveva tentato di fuggire scavalcando la recinzione di una vicina abitazione, liberandosi di un involucro che è poi stato recuperato sotto un’automobile parcheggiata, che conteneva 60 grammi di marijuana: anche N.B., incensurato, è stato denunciato a piede libero.

di Nicoletta Pisanu e Stefano Zanette
Fonte Il Giorno