Colpì nel sonno l’ex amante con una pietra, condannato a 6 anni

noemi belfiore mondoniBrescia, 17 dicembre 2013 – Sei anni di carcere per tentato omicidio e stalking. Questa la sentenza emessa oggi al termine del processo con rito abbreviato nei confronti di Domenico Cappellini, 57 anni, ex operatore ecologico di Cerveno (Brescia) accusato di avere aggredito nel sonno una collega compaesana Noemi Belfiore Mondoni, 61enne. La vicenda risale alla notte tra il 6 e il 7 ottobre 2012. La donna fu assalita nel proprio letto da qualcuno che le piombo’ in casa e la feri’ alla testa con un oggetto contundente o forse una pietra. L’impiegata rimase a lungo in ospedale in gravi condizioni prima di riprendersi e disse poi di aver riconosciuto nell’oscurita’ Cappellini, con il quale aveva avuto una relazione interrotta poi da lei. L’uomo si e’ sempre professato innocente, sostenendo che quella notte non si sarebbe mai mosso dalla propria abitazione. (AGI)