”Lavoriamo per pagare tasse a chi non governa”: protesta o scongiuro anti-controlli?

Foto: Luigi D'Alise @luigidalise (Twitter)
Foto: Luigi D’Alise @luigidalise (Twitter)

Salerno, 17 dicembre 2013 – L’incubo dei controlli fiscali fa tremare soprattutto chi le tasse le paga regolarmente. E così succede che in un noto locale della Costiera amalfitana, il «Caffè Calce» di Ravello, il titolare debba essere costretto a esporre un foglio di carta con la scritta-invito ai clienti a ritirare lo scontrino fiscale. Nelle poche righe c’è anche tutto il livore contro la classe politica italiana. «La Calce sas – è scritto – chiede cortesemente alla spettabile clientela di ritirare lo scontrino prima di uscire dal locale. Noi lavoriamo per pagare le tasse a chi non governa».