Lavoro nero e scarsa igiene, sequestrato opificio cinese

guardia finanza carabinieri1Napoli, 17 dicembre 2013 – Gravi violazioni alle leggi a tutela dell’igiene, della sicurezza e dei lavoratori. E’ quanto accertato dai carabinieri di Terzigno (Napoli), dai colleghi del nucleo operativo del gruppo tutela lavoro di Napoli e dalla guardia di finanza di Ottaviano, ispezionando un opificio della zona gestito da un cinese di 43 anni.

In particolare sono stati trovati tre lavoratori extracomunitari in nero, di cui due clandestini. La fabbrica di circa 200 mq e con 26 macchine da cucire, è stata sequestrata mentre il titolare, a cui sono state contestate 22 violazioni penali e 10 violazioni amministrative (per un totale di 13.500 euro), è stato denunciato in stato di libertà. (Adnkronos)