Consentivano di fare scommesse anche a minorenni, denunciati

guardia_finanzaAscoli Piceno, 18 dicembre 2013 – Acconsentivano ai minorenni di entrare indisturbati nelle loro sale scommesse, circostanza vietata per legge del 2012 che, infatti, dispone l’obbligo, ai titolari degli esercizi commerciali, dei locali o dei punti di offerta dei giochi con vincite in denaro, di identificare i minori mediante la richiesta di esibizione di un documento d’identità, eccezion fatta in quei soli casi in cui la maggiore età sia manifesta.

Sono due gli specifici episodi accertati dai militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Fermo che a Porto San Giorgio, all’interno di una sala scommesse hanno trovato un diciassettenne. Un altro, della stessa età, è stato invece individuato all’interno di un bar-caffè di Porto Sant’Elpidio proprio nel momento in cui aveva appena acquistato un gioco con vincita in denaro del tipo “scommessa multipla a quota fissa”.

Le sanzioni, anche se di solo carattere amministrativo, contestate ai due titolari delle sale scommesse, sono ora al vaglio dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli per l’applicazione, a diverso titolo, di una sanzione da 5.000 a 20.000 euro, delle sanzioni accessorie di chiusura degli esercizi commerciali per un periodo da 10 a 30 giorni e di sospensione, per un periodo da uno a tre mesi. (Adnkronos)