Kesia, la mamma di 25 anni morta in ospedale: aperta un’inchiesta

kesiaNapoli, 18 dicembre 2013 – «L’ha stroncata un’eccessiva dose di glucosio poi tamponata con l’insulina»: è questa la denuncia dei familiari di Kesia, morta a 25 anni nell’ospedale San Giovanni Bosco è, ora, al vaglio della magistratura, così come la sua cartella clinica sotto sequestro ed il corpo, trasportato al Nuovo Policlinico in attesa dell’autopsia. Il direttore sanitario del San Giovanni Bosco, dottor Luigi De Paola è sereno. «Ho piena fiducia nell’operato dei miei medici, aspettiamo l’esito delle indagini prima di rilasciare dichiarazioni».
Kesia, la giovane napoletana, madre di una bimba di due anni e reduce di terapie e cure mediche, ha iniziato il suo calvario nello scorso ottobre. Poi il drammatico epilogo lunedì scorso quando i familiari, allarmati per le sue condizioni di debolezza al punto che la ragazza non riusciva ad alzarsi da sola dal letto, hanno chiamato i soccorsi.

«Quando è arrivata l’ambulanza, i sanitari non volevano neanche portare mia figlia al pronto soccorso perché dicevano che non aveva carattere di urgenza» racconta Luciano, padre della giovane che ricorda quella giornata con la voce spezzata dal pianto e solo un desiderio: «Che venga accertato se c’è un responsabile della morte di Kesia».

Melina Chiapparino
Fonte: Il Mattino