Terra dei fuochi: Bindi, “cittadini sapevano dei rifiuti tossici”

terra fuochi rosy bindiRoma, 18 dicembre 2013 – I cittadini erano a conoscenza dei reati ambientali nella terra dei fuochi che denuncio’ il camorrista Carmine Schiavone nel corso di un’audizione davanti alla commissione d’inchiesta sul ciclo dei rifiuti nel 1997. Ne e’ convinta la presidente della commissione d’inchiesta sul fenomeno delle mafie, Rosy Bindi. “I cittadini sapevano, la cosa era nota – ha detto Bindi rispondendo ai giornalisti a margine della presentazione dell’attivita’ della Direzione investigativa antimafia nel 2013 -. Il primo interrogativo oggi e’ capire chi non ha agito e messo in atto le misure necessarie”. “Ad ogni modo – ha proseguito Bindi – faremo una richiesta alla presidente della Camera, Laura Boldrini, affinche’ ci sia sempre piu’ trasparenza perche’ la trasparenza e’ una cosa molto importante ma, devo dirlo onestamente, da una prima verifica per quanto riguarda le dichiarazioni di Schiavone, non e’ stato rivelato nulla di nuovo”. (AGI)