Pizzaiolo sequestrato e rapinato, 3 arresti

polizia14Treviso, 19 dicembre 2013 – Dopo cinque mesi di indagini gli agenti della squadra Mobile della Questura di Treviso, diretti da Enrico Biasutti, hanno arrestato i membri di una banda che nel luglio scorso aveva sequestrato e rapinato al suo arrivo a tarda sera a casa il titolare di una nota pizzeria di Casier alle porte di Treviso.

I malviventi avevano atteso l’imprenditore al rientro a casa e dopo averlo picchiato, immobilizzato e tenuto sotto la minaccia di una pistola, avevano svuotato due cassaforti con contantioltre a alcuni orologi di pregio per un totale di 50 mila euro ,dimostrando anche di sapere perfettamente l’ubicazione delle casseforti. Dopo oltre un’ora di paura, i banditi erano fuggiti lasciando quindi legato l’uomo che non appena era riuscito a liberarsi ha chiamato la polizia. Oggi, dopo lunghe indagini, gli arresti: si tratta di due kossovari e un albanese, mentre altre cinque persone sono indagate a piede libero, tra cui l’ex ragazza di origini cubane del pizzaiolo. (Adnkronos)