Ex sindaco ucciso a fucilate: carabinieri fermano pensionato del paese

carabinieri50Cagliari, 20 dicembre 2013 – I carabinieri del Nucleo operativo del Comando Provinciale di Cagliari e i colleghi della Compagnia i Sanluri ieri a tarda notte hanno sottoposto a fermo di polizia giudiziaria Salvatore Caria, pensionato di 71anni di Guamaggiore, gravemente indiziato dell’omicidio di Antonino Pusceddu, 76enne ex sindaco del paese, ucciso nel suo uliveto alla periferia del centro abitato. Dopo le formalità di rito l’uomo nel corso della notte è stato portato nel carcere di Buoncammino di Cagliari, a disposizione dell’Autorità giudiziaria. A suo carico la pesante accusa di omicidio.

Tra il presunto omicida e la vittima c’era un contenzioso per un terreno confinante proprio accanto all’uliveto alla periferia del paese, contenzioso che era stato risolto dal tribunale, che aveva dato ragione a Pusceddu. Gli inquirenti, coordinati dal pm Maria Virginia Boi, ritengono che Caria possa aver agito contro la vittima proprio per questi dissapori.

Antonino Pusceddu è stato ucciso probabilmente nella mattinata di ieri nel suo uliveto in località ‘Su paradisu’ con alcuni colpi che lo hanno colpito al torace accanto alla sua auto. A scoprire il cadavere il cognato dell’ex sindaco che è andato a cercarlo dopo che la moglie, non vedendolo rientrare a casa, aveva lanciato l’allarme. Il paese di appena 1000 anime è sotto shock. Gli anziani non ricordano, a memoria d’uomo, altri delitti in paese. (Adnkronos)

Leggi anche:
Ucciso a fucilate ex sindaco